Lunedì nero 1360

 Lunedì nero 1360

Paul King

"Non per niente il mio naso sanguinò il lunedì nero scorso, alle sei del mattino" William Shakespeare, 'Il mercante di Venezia', ii. 5

Il "lunedì nero" si riferisce al lunedì di Pasqua, 13 aprile 1360, così chiamato dopo che una strana tempesta di grandine uccise più di 1.000 soldati inglesi durante la Guerra dei Cento Anni tra Inghilterra e Francia.

Questa terribile tempesta produsse più vittime di qualsiasi altra battaglia della guerra.

La Guerra dei Cento Anni, iniziata nel 1337, fu una lotta tra Inghilterra e Francia per il controllo della Francia. Nell'ottobre del 1359, Edoardo III d'Inghilterra attraversò la Manica per raggiungere la Francia con un'enorme forza d'invasione. Il 13 aprile aveva saccheggiato e bruciato i sobborghi di Parigi e stava assediando la città di Chartres.

Guarda anche: La storia dei cavalli in Gran Bretagna

Al calar della notte, si scatenò un'improvvisa tempesta. Le truppe di Edoardo erano accampate fuori dalla città e le loro tende non erano all'altezza della tempesta che ne sarebbe seguita. Un enorme abbassamento della temperatura fu seguito da fulmini, pioggia gelata, venti impetuosi ed enormi chicchi di grandine* che colpirono sia gli uomini che i cavalli. I soldati urlarono di paura e di panico mentre i loro cavalli, spaventati, si imbizzarrirono.

La carneficina è stata descritta come "Una giornata schifosa, piena di misticanza e fieno, tanto che gli uomini morivano a cavallo [sic]".

Non c'è scampo alla tempesta assassina: le tende vengono squarciate dal vento ululante, i soldati fuggono in preda al panico, due dei comandanti inglesi vengono uccisi e il re è costretto a inginocchiarsi, implorando Dio di avere pietà.

Bastò mezz'ora perché la tempesta uccidesse oltre 1.000 inglesi e circa 6.000 cavalli.

Edoardo, convinto che la tempesta fosse un segno di Dio, si affrettò a perseguire la pace con i francesi e, come diretta conseguenza della tempesta assassina, l'8 maggio 1360 fu firmato il Trattato di Bretigny, con il quale Edoardo accettò di rinunciare alle sue pretese sul trono di Francia in cambio della sovranità sull'Aquitania e su Calais. I francesi accettarono di pagare un cospicuo riscatto per la liberazione del loro re JohnII, tenuto prigioniero in Inghilterra.

Guarda anche: L'ascesa del periodico letterario

Il trattato segnò la fine della prima fase della Guerra dei Cento Anni, ma la pace fu di breve durata: la guerra scoppiò nuovamente solo nove anni dopo.

*La grandine è costituita da sfere di ghiaccio o palline di ghiaccio, solitamente prodotte durante un temporale. I chicchi di grandine possono avere un diametro di 5 cm o più e possono cadere a una velocità di 100 miglia all'ora. Se spinti da venti forti, i chicchi di grandine di grandi dimensioni sono in grado di causare ingenti danni.

Paul King

Paul King è uno storico appassionato e un avido esploratore che ha dedicato la sua vita alla scoperta dell'affascinante storia e del ricco patrimonio culturale della Gran Bretagna. Nato e cresciuto nella maestosa campagna dello Yorkshire, Paul ha sviluppato un profondo apprezzamento per le storie e i segreti sepolti negli antichi paesaggi e nei monumenti storici che punteggiano la nazione. Laureato in Archeologia e Storia presso la rinomata Università di Oxford, Paul ha passato anni a scavare negli archivi, scavare siti archeologici e intraprendere viaggi avventurosi attraverso la Gran Bretagna.L'amore di Paul per la storia e il patrimonio è palpabile nel suo stile di scrittura vivido e avvincente. La sua capacità di trasportare i lettori indietro nel tempo, immergendoli nell'affascinante arazzo del passato della Gran Bretagna, gli ha fatto guadagnare una reputazione rispettata come illustre storico e narratore. Attraverso il suo accattivante blog, Paul invita i lettori a unirsi a lui in un'esplorazione virtuale dei tesori storici della Gran Bretagna, condividendo intuizioni ben studiate, aneddoti accattivanti e fatti meno noti.Con la ferma convinzione che comprendere il passato sia la chiave per plasmare il nostro futuro, il blog di Paul funge da guida completa, presentando ai lettori un'ampia gamma di argomenti storici: dagli enigmatici cerchi di pietre di Avebury ai magnifici castelli e palazzi che un tempo ospitavano re e regine. Che tu sia un espertoappassionato di storia o qualcuno che cerca un'introduzione all'affascinante eredità della Gran Bretagna, il blog di Paul è una risorsa di riferimento.Come viaggiatore esperto, il blog di Paul non si limita ai volumi polverosi del passato. Con un occhio attento all'avventura, si imbarca spesso in esplorazioni sul posto, documentando le sue esperienze e scoperte attraverso splendide fotografie e narrazioni avvincenti. Dagli aspri altopiani scozzesi ai pittoreschi villaggi dei Cotswolds, Paul accompagna i lettori nelle sue spedizioni, scoprendo gemme nascoste e condividendo incontri personali con tradizioni e costumi locali.La dedizione di Paul alla promozione e conservazione del patrimonio della Gran Bretagna va oltre il suo blog. Partecipa attivamente a iniziative di conservazione, aiutando a restaurare siti storici ed educando le comunità locali sull'importanza di preservare il loro patrimonio culturale. Attraverso il suo lavoro, Paul si sforza non solo di educare e intrattenere, ma anche di ispirare un maggiore apprezzamento per il ricco arazzo del patrimonio che esiste intorno a noi.Unisciti a Paul nel suo avvincente viaggio nel tempo mentre ti guida a svelare i segreti del passato della Gran Bretagna e scoprire le storie che hanno plasmato una nazione.