Riccardo Cuor di Leone

 Riccardo Cuor di Leone

Paul King

Fuori dalla Houses of Parliament si trova una statua di Riccardo I seduto sul suo cavallo, a testimonianza del fatto che fu uno dei più coraggiosi e grandi re d'Inghilterra... o forse lo era?

Tutti i bambini delle scuole inglesi conoscono questo grande re che regnò dal 1189 al 1199 e che si guadagnò il titolo di "Coeur-de-Lion" o "Cuor di Leone" perché fu un soldato coraggioso, un grande crociato e vinse molte battaglie contro Saladino, il capo dei musulmani che all'epoca occupavano Gerusalemme.

Ma fu davvero uno dei più grandi re d'Inghilterra o uno dei peggiori?

Sembra che non avesse molto interesse a essere re... nei dieci anni in cui fu monarca trascorse solo pochi mesi in Inghilterra e si dubita che fosse in grado di parlare la lingua inglese. Una volta disse che avrebbe venduto l'intero Paese se avesse trovato un compratore. Fortunatamente non riuscì a trovare nessuno con i fondi necessari!

Figlio del re Enrico II e della regina Eleonora d'Aquitania, Riccardo trascorse gran parte della sua giovinezza alla corte della madre a Poitiers. Durante gli ultimi anni di regno di Enrico, la regina Eleonora complottava costantemente contro di lui. Incoraggiati dalla madre, Riccardo e i suoi fratelli intrapresero una campagna contro il padre in Francia. Il re Enrico fu sconfitto in battaglia e si arrese a Riccardo. Due giorni dopo Enrico morì.e il 6 luglio 1189 Riccardo divenne re d'Inghilterra, duca di Normandia e conte d'Angiò.

Dopo l'incoronazione Riccardo, avendo già pronunciato il voto crociato, si unì alla Terza Crociata per liberare la Terra Santa da Saladino, capo dei curdi.

Mentre svernava in Sicilia, Riccardo fu incontrato dalla madre insieme a una potenziale futura sposa, Berengaria di Navarra, e inizialmente si oppose all'incontro.

Guarda anche: Sir Arthur Conan Doyle

Durante il viaggio verso la Terra Santa, una parte della flotta di Riccardo naufragò al largo di Cipro. Il sovrano dell'isola, Isacco I, commise l'errore di indispettire Riccardo trattando male i suoi equipaggi superstiti. Riccardo era sbarcato a Rodi, ma fece immediatamente rotta verso Cipro dove sconfisse e depose Isacco.

Che sia stata la magia dell'isola, l'accrescimento dei sensi dovuto alla vittoria o qualcos'altro, fu a Cipro che Riccardo cedette e sposò Berengaria di Navarra. Un luogo forse improbabile per un re inglese che si sposava, tuttavia Berengaria fu incoronata regina d'Inghilterra e di Cipro.

Riccardo continuò la Crociata, sbarcando e conquistando la città di San Giovanni d'Acri l'8 giugno 1191. Sebbene i resoconti delle sue audaci gesta e delle sue imprese in Terra Santa entusiasmassero la gente in patria e a Roma, in realtà non riuscì a raggiungere l'obiettivo principale, che era quello di riprendere il controllo di Gerusalemme.

Così, all'inizio di ottobre, dopo aver concluso un accordo di pace di tre anni con il Saladino, partì da solo per il lungo viaggio di ritorno. Durante il viaggio Riccardo naufragò nell'Adriatico e fu infine catturato dal Duca d'Austria, che gli chiese un pesante riscatto.

A quanto pare, i re non costano poco e in Inghilterra ci volle un quarto del reddito di ogni uomo per un anno intero per raccogliere i fondi per la liberazione di Riccardo, che alla fine tornò in Inghilterra nel marzo del 1194.

Tuttavia, non trascorse molto tempo in Inghilterra e passò il resto della sua vita in Francia, facendo ciò che sembrava piacergli di più... combattere.

Mentre assediava il castello di Chalus, in Francia, fu colpito da un proiettile di balestra alla spalla. La cancrena si manifestò e Riccardo ordinò all'arciere che lo aveva colpito di recarsi al suo capezzale. L'arciere si chiamava Bertram e Riccardo gli diede cento scellini e lo liberò.

Guarda anche: Giornata di San Nicola

Re Riccardo morì all'età di 41 anni a causa di questa ferita e il trono passò al fratello Giovanni.

Una triste fine per Cuor di Leone e, ahimè, anche per il povero arciere Bertram che, nonostante il perdono del Re, fu scorticato vivo e poi impiccato.

Paul King

Paul King è uno storico appassionato e un avido esploratore che ha dedicato la sua vita alla scoperta dell'affascinante storia e del ricco patrimonio culturale della Gran Bretagna. Nato e cresciuto nella maestosa campagna dello Yorkshire, Paul ha sviluppato un profondo apprezzamento per le storie e i segreti sepolti negli antichi paesaggi e nei monumenti storici che punteggiano la nazione. Laureato in Archeologia e Storia presso la rinomata Università di Oxford, Paul ha passato anni a scavare negli archivi, scavare siti archeologici e intraprendere viaggi avventurosi attraverso la Gran Bretagna.L'amore di Paul per la storia e il patrimonio è palpabile nel suo stile di scrittura vivido e avvincente. La sua capacità di trasportare i lettori indietro nel tempo, immergendoli nell'affascinante arazzo del passato della Gran Bretagna, gli ha fatto guadagnare una reputazione rispettata come illustre storico e narratore. Attraverso il suo accattivante blog, Paul invita i lettori a unirsi a lui in un'esplorazione virtuale dei tesori storici della Gran Bretagna, condividendo intuizioni ben studiate, aneddoti accattivanti e fatti meno noti.Con la ferma convinzione che comprendere il passato sia la chiave per plasmare il nostro futuro, il blog di Paul funge da guida completa, presentando ai lettori un'ampia gamma di argomenti storici: dagli enigmatici cerchi di pietre di Avebury ai magnifici castelli e palazzi che un tempo ospitavano re e regine. Che tu sia un espertoappassionato di storia o qualcuno che cerca un'introduzione all'affascinante eredità della Gran Bretagna, il blog di Paul è una risorsa di riferimento.Come viaggiatore esperto, il blog di Paul non si limita ai volumi polverosi del passato. Con un occhio attento all'avventura, si imbarca spesso in esplorazioni sul posto, documentando le sue esperienze e scoperte attraverso splendide fotografie e narrazioni avvincenti. Dagli aspri altopiani scozzesi ai pittoreschi villaggi dei Cotswolds, Paul accompagna i lettori nelle sue spedizioni, scoprendo gemme nascoste e condividendo incontri personali con tradizioni e costumi locali.La dedizione di Paul alla promozione e conservazione del patrimonio della Gran Bretagna va oltre il suo blog. Partecipa attivamente a iniziative di conservazione, aiutando a restaurare siti storici ed educando le comunità locali sull'importanza di preservare il loro patrimonio culturale. Attraverso il suo lavoro, Paul si sforza non solo di educare e intrattenere, ma anche di ispirare un maggiore apprezzamento per il ricco arazzo del patrimonio che esiste intorno a noi.Unisciti a Paul nel suo avvincente viaggio nel tempo mentre ti guida a svelare i segreti del passato della Gran Bretagna e scoprire le storie che hanno plasmato una nazione.